Sostegno psicologico

Supporto ai genitori, agli adolescenti e alla famiglia.

Il sostegno psicologico è una delle attività canoniche dello psicologo e che costituisce parte rilevante della sua attività, svolta a servizio della crescita familiare o a favore dello sviluppo della persona – che si trova di fronte ad una o più questioni da risolvere – incontrata singolarmente o in un contesto (setting) di gruppo, per la soluzione di un problema, o per un percorso di crescita personale.

Sostegno psicologico psicologo Cinecittà, Roma Tuscolana e Velletri: tre coccinelle rosse su di un ramo.
Quello che serve come servizio e supporto alla persona.

Mediante il sostegno – che accompagna gli individui, genitori, coppie, figli adolescenti, giovani, adulti e anziani nei momenti rilevanti delle età – è possibile intervenire a supporto di realtà diverse, su di un piano relazionale, emotivo, di coscienza e capacità introspettiva.

Il sostegno psicologico ai genitori può aiutare tanto nell’agire in situazioni avverse e negative, di semplice insoddisfazione o vera e propria sofferenza personale, e in dei contesti di successo o novità positive ma stressanti:

  • perdita del coniuge: separazione o vedovanza
  • questioni lavorative o educative che un padre e una madre devono affrontare
  • la necessità di uno spazio riservato di confronto e discussione per un figlio adolescente
  • trasferimenti familiari (traslochi)

 

In molte situazioni – non per forza negative, ma anche con diverse prospettive di sviluppo, soluzioni o opportunità di scelta – risulta necessario ma difficile il governo della propria persona, come il resistere nel sopportare realtà e situazioni croniche – oggettive o soggettive – irrisolvibili e che accompagnano la quotidianità, come fatti – belli e brutti – dell’essere nonostante tutto e fortunatamente vivi. Il sostegno favorisce la capacità di ognuno di trovare risorse esterne e dentro di sé, per affrontare le situazioni di vita ponendosi degli obiettivi positivi, per un maggior benessere e una prevenzione della salute fisica e psicologica.

Il numero di colloqui nel sostegno non è determinato a priori, ma non è di per sé indeterminato o molto lungo.

Si propone di iniziare con un numero di tre sedute, per fare il punto e trovare il filo del proprio discorso, per incontrare una prima soluzione al disagio e alla sofferenza, o determinando eventualmente degli ulteriori obiettivi da raggiungere.

Dopo sarà una scelta personale quella di terminare lì, o continuare intorno a specifiche questioni per focalizzarne il nocciolo, voler essere semplicemente sostenuti e accompagnati dallo psicologo attraverso la propria situazione – difficile – o fatto della vita, congiuntura, contingenza, o intraprendere un percorso di psicoterapia, di approfondimento ulteriore di ciò che concerne la propria persona, la propria personalità, il proprio carattere e la propria storia vissuta, per – se si vuole – ancora di più incidere diversamente sul presente, nel determinare meglio quel qualcosa del proprio futuro.

 

Sostegno alla persona, alla coppia, alla famiglia, ai gruppi

 

Per appuntamenti ed informazioni compila il form qui sotto:



Autorizzo al trattamento dei dati come da Informativa sulla Privacy